Il Monte Albo è un massiccio calcareo situato nella parte centro orientale della Sardegna.
Questa descritta in quest'escursione riguarda la parte del Monte Albo appartenente al territorio di Lula.
Durante il tragitto, saranno diversi i punti di interesse.
La prima tappa sarà a "Sa tumba 'e Nurai", un precipizio a forma di imbuto, dove la leggenda narra che venisse utilizzato per lavare dal disonore, spesso da parte delle donne, al fine di ristabilire l'equilibrio sociale della comunità.
Da qui venivano gettate le donne macchiate di peccato, e per confermare l'avvenuta punizione, veniva attaccao un pezzo del loro vestito ad un albero.
La seconda tappa sarà a Grotta Omine Agrestes. Una grande cavita profonda circa 50 metri. Durante il neolitico veniva utilizzata per riti religiosi o funerari.
in fondo alla grotta, si può accedere ad un livello superiore pe mezzo di un iscala e fustes, all'interno del piano superiore, la grotta prosegue per altri 45 metri circa.
Riprendiamo il sentiero e ci dirigiamo verso Punta Catirina.
Quest'ultima insieme a Punta Turudd√≤, con i loro 1.127 metri, sono le due cime pi√Ļ alte di tutto il Montalbo.
la vista è semplicemente spettacolare.
Il sentiero di rientro passa per campu 'e susu e chiude l'anello nella bellissima e panoramica Ischala e Mussino.

Distanza

11 KM

Dislivello

750 M

Durata

6 h

  • Territorio

    Lula

  • Tipo di percorso

    Ad anello

  • Distanza

    11 Km

  • Dislivello

    750 m

  • Difficolt√†

    Impegnativo

  • Attrezzatura obbligatoria

  • Scarpe da Trekking

  • 2 L di Acqua

  • Vietata qualsiasi tipo di scarpa con suola liscia

  • Attrezzature consigliate

  • Snack

  • Cappellino

  • Crema solare

  • Macchina fotografica

  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide

Impegnativa

Il percorso è adatto alla maggior parte delle persone di qualsiasi età in buona forma fisica.